Festa della Liberazione: celebrazione con apertura del Parco Ivan Rossi

PARCO IVAN ROSSI

L’ Amministrazione Comunale di Civita Castellana in occasione delle ricorrenza del 69° anniversario della Liberazione, per il 25 aprile 2014 ha indetto una celebrazione che si terrà alle ore 10,30, in piazza della Liberazione.Nell’ occasione ci sarà l’ intervento delle Autorità a cui farà seguito il saluto delle associazioni d’ Arma e Combattentistiche e la deposizione della corona di alloro presso il Monumento.

In chiusura della manifestazione verrà aperto al pubblico  il primo settore del “Parco Ivan Rossi”, realizzato sul progetto predisposto dai ragazzi del Liceo “Colasanti” assistiti dall’ arch. Paolo Portoghesi. Durante la manifestazione saranno distribuite anche copie della Costituzione Italiana ai partecipanti.

 

 

Attività per minori: iscrizioni per campi estivi, ludoteca e vacanze fino al 30 aprile

 

L’amministrazione comunale di Civita Castellana ha organizzato per l’ anno in corso una serie di attività estive per minori: dalla ludoteca estiva, al campo solare a Fontevivola, alle vacanze marine.

La ludoteca estiva è un centro ricreativo estivo per minori da sei anni ai dodici anni, nati dal 2002 al 2008. La ludoteca svolgerà la propria attività presso la scuola primaria G. Rodari (sede distaccata ex Tribunale di Viterbo), in via Rio Fratta, dal lunedì al venerdì, dalle ore 08,45 alle ore 12,45.

I posti disponibili sono massimo 20 per turno, e si può scegliere tra il primo turno dal 16 al 27 giugno, oppure il secondo turno dal 30 giugno al 11 luglio o il terzo turno dal 14 al 25 luglio. Può essere richiesto più di un turno, salvo la disponibilità dei posti.

Presso la ludoteca sono previste attività creative di laboratorio, giochi di gruppo, uscite organizzate sul territorio con attività di scoperta delle bellezze artistiche e storiche della città. La quota di compartecipazione a carico dell’ utenza è di 20 euro per ogni turno.

Alla domanda di partecipazione deve essere allegata la ricevuta del versamento della quota fissa da effettuarsi presso la Tesoreria Comunale Banca di Credito Cooperativo di Roma – ag. 108, situata in via Giovanni XXIII, 44, e la fotocopia  di un documento di identità dei genitori richiedenti, in corso di vigenza.

Il Comune di Civita Castellana ha organizzato anche le vacanze marine per un massimo di 25 minori dai 7 ai 13 anni (nati dal 2001 al 2007) che si svolgeranno a Pinarella di Cervia (/RA) – Mare e Vita – dal 29 giugno al 13 luglio 2014.

Nel Centro Mare e Vita, situato tra la Pineta e il centro commerciale, sono presenti campi sportivi di basket, pallavolo, calcetto, bocce, pingpong. Lo staff del Centro animerà le giornate degli ospiti con giochi, tornei, sport in spiaggia e spettacoli. La quota di compartecipazione a carico dell’ utenza è stata fissata in base alle fasce ISEE.

Alla domanda deve essere all’ allegato l’ ISEE relativo all’ ultima dichiarazione dei redditi (2012), la scheda sanitaria a firma del medico di medicina generale, il versamento della quota in base alla fascia ISEE di appartenenza da effettuare presso la Tesoreria Comunale Banca di Credito Cooperativo di Roma – ag. 108, situata in via Giovanni XXIII, 44, e la fotocopia  di un documento di identità dei genitori richiedenti, in corso di vigenza.

Infine sarà attivo anche il Campo solare estivo- ricreativo per un massimo di 35 minori dai 7 ai 13 anni (nati dal 2001 al 2007) che si svolgerà presso il Parco acquatico Fontevivola di Sutri dal 14 al 25 luglio 2014 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 08,00 alle ore 17,00).

Il Parco acquatico di Fontevivola è situato in zona tranquilla  ed immerso nel verde, ed è provvisto di piscine con scivoli, campi di calcio, basket e volley.

Anche in questo caso la quota di compartecipazione a carico dell’ utenza è stata fissata in base alle fasce ISEE.

Alla domanda deve essere all’ allegato l’ ISEE relativo all’ ultima dichiarazione dei redditi (2012), la scheda sanitaria a firma del medico di medicina generale, il versamento della quota in base alla fascia ISEE di appartenenza da effettuare presso la Tesoreria Comunale Banca di Credito Cooperativo di Roma – ag. 108, situata in via Giovanni XXIII, 44, e la fotocopia  di un documento di identità dei genitori richiedenti, in corso di vigenza.

Gli interessati dovranno far pervenire  le domande di ammissione a: Comune di Civita Castellana- Ufficio protocollo situato in via SS. Martiri Marciano e Giovanni, 4/6 – 01033 – Civita Castellana (VT), durante l’ apertura al pubblico entro il giorno 30 aprile 2014.

Per informazioni è possibile rivolgersi al Settore Politiche Sociali situato in Corso B.Buozzi, 17 (ultimo piano) nei giorni di martedì dalle ore 09,00 alle ore 13,00  ed il giovedì anche dalle ore 15,00 alle ore 17,00, mentre i moduli per le domande sono disponibili anche presso il sito del Comune: www.comune.civitacastellana.vt.it.

Civita Castellana Scuola materna Collodi: primo impianto fotovoltaico in funzione

collodi.JPGCivita Castellana ha il primo impianto fotovoltaico pubblico. Con l’allaccio alla rete Enel è entrato ufficialmente in funzione, infatti, l’impianto fotovoltaico della scuola materna “Collodi” della potenza di 20 KW, il primo vero impianto pubblico del Comune di Civita Castellana dopo quello sperimentale del “Sole a Scuola”: una pensilina presso la media Dante Alighieri della potenza di 1,38 KW.

Il fotovoltaico della Collodi fa parte di un progetto che coinvolge ulteriori due scuole: elementare “Gianni Rodari” e media “Dante Alighieri”. Anche su questi edifici i lavori sono in fase di completamento.

Gli impianti sono stati finanziati con fondi del POR FESR Lazio 2007/2013 e finalizzati all’attivazione di un “programma di interventi” nel campo delle energie rinnovabili, con caratteristiche di omogeneità nella realizzazione e accomunati dalla finalità di migliorare l’ efficienza energetica degli edifici scolastici.

Display impianto fotovoltaico Collodi.JPG“Passiamo dalle parole ai fatti- ha dichiarato il sindaco, Gianluca Angelelli – Finalmente anche Civita ha il primo impianto fotovoltaico su un edificio pubblico. Ne seguiranno altri già realizzati e in procinto di attivazione sulla Rodari e sulla Dante Alighieri. In questo modo i cittadini non pagheranno più l’energia elettrica utilizzata dai nostri bambini nelle scuole. La scelta degli edifici scolastici ha anche un forte valore simbolico per il rispetto dell’ambiente nelle nuove generazioni”.

La soluzione scelta, segue due principi fondamentali: il primo è quello di non operare stravolgimenti architettonici prospettici dell’immobile; mentre il secondo opera una drastica soluzione di nuova copertura, in questo caso anche fotovoltaica, che vada a coprire e proteggere definitivamente il solaio.

Display impianto fotovoltaico Collodi1.JPGIl bando pubblico ha previsto un cofinanziamento pari all’ 80% da parte di Sviluppo Lazio mentre l’amministrazione comunale ha coperto il 20% residuo. Il progetto esecutivo è stato approvato ad ottobre 2012 ed appaltato a novembre 2012 alla Ingegneria Solare srl di Fabrica di Roma con un ribasso del 15%.

“In questo modo abbiamo risolto il problema dell’isolamento termico e dell’impermeabilizzazione del tetto della Collodi – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica, Gianluca Cerri – contemporaneamente generiamo un notevole risparmio economico per le casse comunali, con la produzione di energia elettrica, riducendo le emissioni in atmosfera di anidride carbonica”.

Civita Castellana raccolta differenziata Porta a porta:dal 20 marzo parte il ritiro dell’umido anche il giovedì

 

Da giovedì 20 giugno prossimo partirà il terzo turno della raccolta settimanale dell’ umido nelle zone in cui è attivato il servizio della raccolta porta a porta a Civita Castellana, facendo seguito al programma predisposto dall’ assessorato all’ ambiente e dalla S.A.T.E. con l’ inizio del periodo estivo. Nello stesso giorno del giovedì, con una cadenza quindicinale, come precedentemente predisposto, verranno ritirati anche il vetro ed il barattolame.

La raccolta con il terzo turno settimanale (martedì, giovedì e sabato) sarà in funzione fino all’ arrivo dell’ autunno, poi ritornerà ad essere solo il martedì ed il sabato.

L’ assessore all’ ambiente, Antonio Innocenzi, pur esprimendo la soddisfazione per i risultati ottenuti dal servizio della raccolta porta a porta nelle zone B/Q/S- 1-2-3 esprime un forte rimprovero verso coloro che pur abitando nelle suddette zone si disfano dei rifiuti utilizzando i cassonetti ancora presenti nella zona del centro storico. Un comportamento che avrà sicuramente termine con l’ avvio del servizio nella zona quattro che avverrà entro breve

CIVITA CASTELLANA BORGHETTO HA IL NUOVO CENTRO POLIVALENTE

sass.JPGE’ stato inaugurato domenica pomeriggio dal sindaco, Gianluca Angelelli, il Centro Polivalente di Borghetto. Alla cerimonia erano presenti anche l’ assessore ai servizi sociali, Letizia Gasperini, il presidente e il comitato direttivo del centro polivalente, il consigliere comunale Franco Papandrea e numerosi abitanti del quartiere, con una vasta rappresentanza di giovani.

Il sindaco nel suo intervento ha messo in evidenza l’ impegno dell’ amministrazione comunale per rendere i locali più accoglienti e ha ringraziato i giovani e tutti coloro che si sono impegnati per ridare vitalità al centro e continuano ad adoperarsi per lo svolgimento della varie attività.

sass 3.JPGNell’ occasione ha anche affrontato alcune problematiche del quartiere, quali l’ acqua potabile e il depuratore per il quale sarà organizzato a breve il primo incontro presso il centro con la comunità di Borghetto. Un ruolo importante sarà ricoperto da Borghetto e da Sassacci nel nuovo piano regolatore in fase di completamento da parte dell’ Amministrazione comunale.

 “Siamo molto contenti – ha detto letizia Gasperini – di aver riattivato un punto di aggregazione importante per il quartiere ”.

Katuscia Parsi ha ringraziato il Comune, il parroco, il comitato festeggiamenti e tutti coloro che hanno contribuito alla rinascita del centro “che sarà un punto di incontro anche per giovani e bambini”sass 2.JPG

Il Centro Polivalente è gestito da un comitato di giovani composto da Simone Stracapede in qualità di presidente e dai consiglieri Katuscia Parsi, Luca Stracapede, Massimiliano Piacitelli e

Vito Migliorelli.

Il comitato si ripropone di portare avanti una serie di attività ricreative, culturali, sociali e sportive per soddisfare le esigenze degli abitanti della zona e coloro che provengono dai centri vicini.

 

Civita Castellana raccolta differenziata Porta a porta: ultimi giorni per ritirare i kit.

CALENDARIO SETTIMANALE CON I GIORNI DEL RITIRO.jpgSi avvicina il completamento del territorio servito dal porta a porta,nel giro di pochi giorni verranno tolti i cassonetti stradali dandone preventiva comunicazione ai cittadini.

Per questo si invitano tutti coloro che ancora non avessero ritirato i kit a recarsi presso il centro di distribuzione situato in via P. Togliatti, il lunedì, mercoledì, venerdì,dalle 9,30 alle 12,30 e il martedì e giovedì dalle 16,00 alle 19,00.

Nelle zone già servite dal porta a porta i risultati ottenuti sono notevoli e questo ci conferma che siamo sulla strada giusta. Anche nel centro storico verrà utilizzato lo stesso sistema di raccolta che sta producendo risultati inconfutabili in termini di decoro, aumento della percentuale di rifiuti differenziati e risparmi nello smaltimento in discarica.

Ricordiamo che la percentuale della differenziata è passata dal 4% del 2009 al 80% circa di oggi e che, dall’inizio del porta a porta, le casse comunali hanno risparmiato migliaia di euro per quanto concerne il conferimento in discarica.

Abbiamo vagliato fin dall’inizio eventuali modalità e soluzioni di raccolta alternative –ha dichiarato l’assessore all’Ambiente, Antonio Innocenzi – ci siamo confrontati per avere maggiori informazioni con varie associazioni ambientaliste come Legambiente, WWF, Comitato rifiuti zero, Associazione dei comuni virtuosi, e con tutte siamo convenuti sul fatto che le cosiddette isole ecologiche e altri sistemi alternativi non arriverebbero mai a dare gli stessi risultati ottenuti. Persino il Movimento 5Stelle, che qui sta facendo ostruzionismo, a Roma sostiene senza tentennamenti questa modalità: la raccolta porta a porta è l’unica opzione possibile per il rapido raggiungimento delle quote di differenziazione che consentano di risolvere gli enormi problemi irresponsabilmente accumulati nei decenni trascorsi e che pesano oggi sul comune di Roma per quanto riguarda la gestione dei rifiuti.”

Nei prossimi giorni – conclude Innocenzi – è mia intenzione insieme alla SATE, la società che gestisce il servizio, andare per i quartieri dove sta per iniziare l’ultimo step, per confrontarci con i cittadini e dare loro risposte e informazioni sulla raccolta porta a porta, approntando se del caso i necessari accorgimenti per eliminare eventuali disagi o difficoltà”.

 

“La cattedrale cosmatesca di Civita Castellana” presentata a Palazzo Venezia

copertina libro cosmati.JPGIl giorno 11 giugno, nel Palazzo Venezia a Roma, presso la sala conferenze dell’Istituto Nazionale di Archeologia e di Storia dell’Arte, è stato presentato il volume “La cattedrale cosmatesca di Civita Castellana”, atti del Convegno Internazionale di Studi svoltosi a Civita Castellana il 18 e 19 settembre del 2010.

Alla presenza di un pubblico numeroso ha introdotto la presentazione Gianluca Angelelli, sindaco di Civita Castellana. Il primo cittadino civitonico ha evidenziato come l’Amministrazione Comunale abbia voluto in questo modo celebrare degnamente gli 800 anni dalla data di completamento del portico, trovando le risorse necessarie per il convegno e per la pubblicazione degli atti, pur nell’attuale difficile situazione economica.

La parola è poi passata agli illustri relatori, scelti tra i più noti esperti italiani del settore e tutti docenti presso la “Sapienza” Università di Roma: Francesco Paolo Fiore, Professore Ordinario di Storia dell’Architettura e Direttore del Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro presso l’ateneo romano; Mario D’Onofrio, Professore Ordinario di Storia dell’Arte; Giovanni Carbonara, Professore Ordinario di Restauro Architettonico e Direttore della Scuola di specializzazione in Beni architettonici e del paesaggio e Augusto Roca De Amicis, Professore Ordinario di Storia dell’Architettura.

Il libro, a cura di Luca Creti e pubblicato dalla prestigiosa casa editrice “L’Erma di Bretschneider”, consta di ben 400 pagine e si distingue per la bella veste grafica, arricchita da numerosi disegni e illustrazioni in bianco e nero e a colori. I testi sono firmati da alcuni tra i principali esperti nazionali e internazionali di storia, storia dell’arte, storia dell’architettura e storia delle religioni e offrono una panoramica completa delle vicende costruttive e artistiche dell’edificio ma anche del clima culturale attraverso il quale, nel corso dei secoli, si è potuto formare un palinsesto, come quello della cattedrale civitonica, di così alto livello dal punto di vista architettonico e decorativo.

Il volume è strutturato in ordine cronologico, in modo da raccontare la storia della fabbrica dal Medioevo fino ai giorni nostri. Non tratta quindi solo delle notissime opere cosmatesche, frutto dell’attività di ben quattro generazioni della famiglia di Lorenzo, alla quale si devono la splendida facciata a portico, il pavimento e gli arredi presbiteriali. Largo spazio è riservato infatti anche alla cripta e al settore absidale, rimasti quasi integralmente nel loro stato originario, alla ristrutturazione che alla fine degli anni ’30 del Settecento ha trasformato l’impianto medievale determinandone l’attuale facies tardobarocca e ai restauri ottocenteschi e novecenteschi dell’edificio. Tutte queste fasi sono state meritoriamente inquadrate dagli autori dei diversi saggi nell’ambito delle coeve vicende storiche, artistiche e costruttive di Roma e dei territori periferici del Patrimonio di san Pietro.

Il saluto finale del sindaco e la consegna ai relatori della medaglia commemorativa coniata in occasione del convegno del 2010 hanno concluso la presentazione del libro, che è stata indubbiamente arricchita dalla fama e dalla competenza dei convenuti nonché dal grande prestigio della sede in cui si è svolta.

Il testo si può acquistare anche presso la Biblioteca Comunale “Enrico Minio” di Civita Castellana al prezzo di 30 euro.

 

Presentazione libro cosmati.jpg

 

Asfaltatura Flaminia: Angelelli “Un atto dovuto”

lavori flaminia.JPG

Il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli, interviene a seguito della asfaltatura della Flaminia.

“Finalmente dopo mesi di richieste, diffide, ordinanze e innumerevoli telefonate di sollecito, viene asfaltato il tratto di strada Flaminia dinanzi alla zona industriale di Civita Castellana.

Un atto dovuto. Rendere la strada percorribile e sicura è un dovere delle pubbliche amministrazioni. In questo periodo di difficoltà può accadere, ed è anche per me comprensibile, che si sommino ritardi, ma la condizione in cui è stata lasciata per troppo tempo la Flaminia lascia perplessi e come sindaco di Civita Castellana, in rappresentanza dei miei cittadini, sento il dovere di recriminare che quel che viene fatto oggi poteva e doveva essere fatto da tempo. Non importa oggi sapere se era compito della Provincia, che ha l’obbligo della manutenzione ordinaria, o dell’Astral, a cui compete la manutenzione straordinaria della strada.

I miei cittadini pretendono almeno la sicurezza per la loro incolumità.

Ad ogni buon conto, dopo la mattinata un po’ convulsa passata in Provincia l’11 giugno, prendo atto che l’onere di ripristinare le condizioni di sicurezza è stata assunto dalla Provincia di Viterbo. Bene hanno fatto il presidente Meroi e l’assessore Santucci a farsi carico di questo dovere nei confronti della nostra cittadinanza e a loro va il mio ringraziamento”.

Angelelli “A via Masci ritrovamento archeologico importantissimo per Civita”

mignolò 1.jpg

“Siamo molto felici della scoperta archeologica avvenuta durante i lavori presso la Variante Mignolò – ha dichiarato il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli – E’ un ritrovamento straordinario, un portale bellissimo che testimonia come Civita Castellana possegga un patrimonio inestimabile e che ci rende cittadini orgogliosi della nostra terra”.

In questo momento il comune, sotto sorveglianza della soprintendenza archeologica, sta ripulendo l’area per consentire una adeguata valutazione della preesistenza storica. Si tratta di una scoperta che arricchisce il patrimonio storico archeologico di Civita Castellana, insieme ai ritrovamenti nell’Orto di Miretto e su via Roma. I lavori presso la variante Mignolò non si fermano e l’opera verrà completata, visto che l’emergenza archeologica non si trova sulla sede stradale.

“L’amministrazione si impegnerà nella valorizzazione della scoperta – ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici, Gianluca Cerri – Questa è la conferma che la nostra amministrazione ha visto giusto nel momento in cui ha deciso di abbandonare l’idea di un parcheggio interrato, previsto dal progetto originario, optando invece per un parcheggio a raso, che sicuramente è meno impattante per questa delicata area del centro storico”.